martedì 9 gennaio 2018

Drizzle lemon cake

Con l'inizio di questa settimana ho voltato definitivamente la pagina "Natale", anche in cucina! Ho dato spazio a sapori più freschi, piatti unici leggeri e disintossicanti! 
Per me quando arriva gennaio è come tirare un sospiro di sollievo, come se la primavera fosse alle porte! So che non è proprio così,  ma anche se il tempo che ci distanzia da essa è ancora tanto, per me ormai è tutto in discesa! 
Questo plumcake, preparato per la nostra colazione, integrale e fresco, ha un sapore quasi primaverile!
Finalmente un dolce che sa veramente di limone, arricchito da un sciroppo che come pioggerella (dal nome inglese drizzle) irrora questo morbidissimo plumcake.

Ingredienti:
50 gr di zucchero
80 ml di olio di semi
2 uova
1 bustina di lievito
1 limone (succo e scorza)
220 gr di farina ( io integrale)
Per lo sciroppo:
200 ml di acqua
1 limone (succo e scorza)
100 gr di zucchero

Procedimento:
Con le fruste elettriche montare le uova con lo zucchero e l'olio di semi. Aggiungere anche il succo del limone e la sua scorzetta, continuando a montare con le fruste.
Poco per volta incorporare la farina è il lievito, mescolando piano sempre con le fruste.
Trasferire l'impasto in una teglia da plumcake imburrata o foderata di carta forno.
Cuocere a 180 gradi per 35 minuti.
Poco prima di sfornare preparare lo sciroppo: portare l'acqua ad ebollizione con il succo di limone e la scorzetta. Spegnere la fiamma, aggiungere lo zucchero e mescolare finché sarà completamente sciolto.
Appena sfornato il plumcake, mentre è ancora nella teglia, bucherellare con uno stuzzicadenti da spiedino.
Fare tanti buchi, in modo che lo sciroppo andrà a distribuirsi uniformemente.
Versare lo sciroppo sul plumcake e lasciare raffreddare nella teglia.
Una volta raffreddato bene sformare e decorare con qualche fettina di limone a piacere.
Sentirete che plumcake soffice e profumato che otterrete! 



giovedì 28 dicembre 2017

Semifreddo al torrone e cioccolato fondente

Nei giorni successivi al Natale spopolano ricette e idee per reciclare pandoro e panettone, io invece vi propongo un metodo per reciclare il torrone! 
Non sono amante dei dolci natalizi, solitamente non li assaggio nemmeno, infatti non ne ho proprio in casa. Mi era stato regalato un buon torrone, ma non amando nemmeno quello, l'ho trasformato in semifreddo, e in questo modo l'ho gradito molto.
Si prepara in pochi minuti e quando dovrete servirlo avrete già tutto pronto.
Se vi piace la mia idea e vi piacerebbe replicarla, di seguito ingredienti e procedimento.

Ingredienti ( per 4 semifreddi)
80 gr di zucchero
2 tuorli
25 gr di acqua
60 gr di torrone duro
25 gr di cioccolato fondente
250 ml di panna liquida fresca

Cioccolato fondente q.b.
Scaglie di mandorle q.b.
Latte q.b.

Procedimento:
Con un coltello o con un robot da cucina tritare grossolanamente il torrone e il cioccolato fondente.
In un pentolino sciogliere lo zucchero con l'aggiunta di acqua, otterrete uno sciroppo.
Sbattere le uova aggiungendo lo sciroppo a filo e continuare a montare.
Aggiungere il torrone e il cioccolato fondente tritati.
Montare la panna e incorporare poco per volta al composto.
Riempire degli stampini e mettere in freezer almeno per una notte.
Quando sarà il momento di servire, togliere i semifreddi dal congelatore.
Sciogliere il cioccolato fondente (o gianduia se preferite) in un pentolino con l'aggiunta di un pochino di latte, mescolando bene mentre si scioglie.
Guarnire i semifreddi con il cioccolato caldo e le scaglie di mandorle tostate.



venerdì 22 dicembre 2017

Stella natalizia

Non mi son cimentata nella preparazione di pandoro e panettone nemmeno quest'anno! Forse non mi ci metto perché in fondo son due dolci che non amo, proprio per niente direi.. Mi piacciono soltanto perché fanno tradizione e non possono mancare in tavola la sera della vigilia di Natale in famiglia. Mi piace il momento in cui si scarta la confezione, il profumo che emana, mi piace rubare una mandorla o i pezzetti di glassa che cadono mentre lo si taglia, ma poi la maggior parte delle volte non lo assaggio nemmeno.
Per la prima cena di Natale di quest'anno ho preparato però questa stella che richiama molto i sapori del Natale, ma ci ho messo gli ingredienti che amo di più: noci, pere, fichi secchi, datteri, cioccolato fondente e scorza grattugiata dell'arancia, oltre che aver abbondato con la cannella.

Ingredienti:
2 uova
1 yogurt bianco da 125 gr magro o intero
100 gr di zucchero di canna
80 ml di olio di semi
200 gr di farina 00 ( io ho usato metà 00 e metà integrale)
Gocce di cioccolato fondente q.b. 
Fichi secchi q.b. (Circa 5)
Datteri q.b. (Circa 8)
1 pera di medie dimensioni
Scorza grattugiata di mezza arancia 
1 bustina di lievito

Procedimento:
Sbattere le uova con lo zucchero, lo yogurt e l'olio di semi. Incorporare il lievito e la farina poco per volta, mescolando bene.
Tagliuzzare i fichi secchi, la pera e i datteri e unire all'impasto insieme a tutti gli altri ingredienti.
Versare l'impasto nello stampo e infornare a 180 gradi per 40 minuti circa.
Controllare la cottura con lo stuzzicadenti prima di sfornare, in quanto le pere creano umidità. 




martedì 19 dicembre 2017

Mezze maniche alla zucca gratinate al forno

La pasta al forno è sempre golosa e sa tanto di pranzo della domenica in famiglia, un po' come le lasagne, ma non necessariamente dev'essere iper calorica! Come in questo caso, l'unica parte "grassa" presente è il parmigiano aggiunto in superficie, infatti non c'è besciamella, non c'è altro formaggio, soltanto una crema di zucca golosissima.

Ingredienti:
1 cipolla dorata ( sostituibile con porro o scalogno) 
1/2 zucca
Brodo vegetale 
Sale, pepe
Parmigiano
Noce moscata
200 gr di mezze maniche integrali
1/2 bicchiere di latte (all'occorrenza)
Qualche fiocchetto di burro oppure olio e.v.o.


Procedimento:
Pulire la zucca e tagliare a dadini.
Preparare un soffritto con un filo d'olio e la cipolla. Aggiungere la zucca tagliata a dadini, salare, pepare, aggiungere un cucchiaino raso di noce moscata grattugiata e coprire con brodo vegetale.
Far cuocere finché la zucca sarà morbida, aggiungendo di tanto intanto dell'altro brodo se necessario, oppure acqua calda.
A cottura ultimata frullare bene fino ad ottenere una crema.
Cuocere la pasta e scolare molto al dente.
Mescolare la pasta con la crema di zucca, trasferire in una pirofila, spolverare in superficie con parmigiano e qualche fiocchetto di burro (oppure con un filo d'olio extra vergine d'oliva)
Infornare a 170 gradi per circa 20 minuti.


Biscottini natalizi

Come ogni anno, fino a ieri pomeriggio sono stata immersa nella preparazione dei miei biscottini natalizi, da donare ad amici e parenti durante lo scambio degli auguri, ormai è una tradizione! 
Ho utilizzato la mia ricetta infallibile, per me son perfetti! La decorazione è minimal, sul web si vedono delle cose meravigliose, ma questi sono i miei, ci sono affezionata! E ogni anno io quelle perline colorate non riesco proprio a far senza metterle! 
Ora è tutto pronto, quest'anno non ne faccio più, ne ho fatti in quantità industriale! Sono tutti impacchettati e pronti per essere consegnati.
La mia ricetta è sempre questa:
2 uova
500 gr di farina (io metà 00 e metà integrale)
200 gr di burro
140 gr di zucchero di canna integrale (fa la differenza sul sapore)
16 gr di lievito per dolci
2 cucchiaini colmi di miele
2 cucchiaini di zenzero in polvere
2 cucchiaini di cannella 
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Scorza grattugiata di mezza arancia

Per l'impasto a mano:
Tagliare il burro a cubetti e lasciare ammorbidire fuori dal frigorifero.
Sbattere le uova con lo zucchero e il miele.
Aggiungere il lievito, la scorza grattugiata dell'arancia e tutte le spezie.
Aggiungere anche il burro e cominciare a incorporare la farina setacciata, poco per volta.
Impastare con le mani fino ad ottenere una palla omogenea.

Per l'impasto con la planetaria:
Mettere tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria, aggiungere un goccio d'acqua, circa 30 gr, azionare a velocità 2 con gancio per 4 minuti.
Rovesciare su un piano infarinato e formare la palla.

Far riposare l'impasto in frigorifero per un'ora. Stendere la pasta poco per volta con il matterello, per un'altezza di circa mezzo centimetro.
Ricavare la formine desiderate e disporre su una tegli foderata di carta forno, lasciando una distanza di almeno 1 cm tra uno e l'altro perché in cottura aumenteranno di volume.
Infornare a 180 gradi per 15 minuti circa.
Sentirete che profumo invaderà la vostr casa! 
Far raffreddare e decorare a piacere o spolverizzare con zucchero a velo.










mercoledì 6 dicembre 2017

Cheesecake ai cachi **senza cottura

Dopo aver visto, in differita, la finale di Bakeoff Italia, mi è venuta voglia di preparare un dolce un po' più goloso del solito.
Solitamente infatti i miei dolci sono preparati per le nostre colazioni, perciò cerco sempre di rimanere sul sano, genuino e nel limite del possibile light, utilizzando farine integrali, senza burro, spesso senza uova..
Io poi non sono molto golosa di dolci, non amo molto le creme, a una torta con la panna preferisco una semplicissima crostata, o una torta di mele, la cheesecake però è uno di quei dolci che mi piacciono.
Ho pensato di abbinare un frutto di stagione, utilizzandolo nella sua freschezza, evitando la marmellata.
L'abbinamento del cacao con i cachi l'avevo già provato e mi piace molto, ecco quindi com'è nata la mia cheesecake! 

Ingredienti:
200 gr di frollini al cacao
60 gr di burro
250 gr di ricotta o formaggio spalmabile
140 ml di panna
65 gr di zucchero a velo
2 fogli di gelatina
Per la gelatina di cachi:
2 cachi
100 gr di zucchero a velo
1 foglio di gelatina

Preparazione:
Tritare i biscotti e trasferire in una ciotola. 
Sciogliere il burro, incorporare ai frollini e mescolare bene.
Foderare uno stampo con la carta forno e preparare la base di frollini, pressandoli bene sul fondo, fino a formare una base compatta.

Mettere la gelatina in ammollo nell'acqua per 5 minuti, strizzare bene e tenere da parte.
Scaldare in un pentolino un dito di panna e farvi sciogliere la gelatina.
In una terrina mescolare la ricotta con lo zucchero a velo.
Montare la panna e incorporare alla ricotta. 
Aggiungere anche la gelatina precedentemente sciolta nella panna.
Foderare i bordi dello stampo con una striscia di carta forno e versare il composto sulla base di biscotti.

Frullare i cachi con lo zucchero a velo, aggiungere la gelatina, precedentemente ammollata per 5 minuti in acqua fredda, strizzata e fatta sciogliere in un dito d'acqua calda.
Versare la gelatina di cachi sul composto di panna e ricotta.
Mettere in frigorifero per almeno 3 ore prima di servire.








venerdì 1 dicembre 2017

Spiedino di polpettine di salmone e cannellini con purè di sedano rapa

Si sa che ai bambini piacciono le polpette, meglio ancora se infilzate in uno spiedino e meglio ancora, aggiungerei, se con un retrogusto affumicato! 
Ed ecco così un altro metodo per far mangiare un po' di pesce e di legumi ai nostri bambini. Questa volta è il turno del salmone, pesce ricchissimo di omega3 e dei fagioli cannellini.
Ad accompagnare, un purè un po' diverso dal solito, sedano rapa, forse un gusto un po' più difficile, anche se molto delicato, ma in questo modo mettiamo davanti ai nostri bambini un nuovo sapore da sperimentare.
Anche se assaggiano soltanto, è già un piccolo passo fatto nei confronti di un nuovo cibo.
Con le dosi seguenti vengono circa 12 polpettine, se non le mangia tutta la famiglia, dimezzate!

Ingredienti per le polpette:
200 gr di salmone affumicato
100 gr di fagioli cannellini in scatola
1 fetta di pancarrè 
1 cucchiaio di caprino (o ricotta)
Prezzemolo q.b.
Pangrattato q.b.
Sesamo q.b.

Per il purè di sedano rapa:
200 ml di latte
200 ml di acqua
1 sedano rapa piccolo o mezzo grande
1 patata
Parmigiano grattugiato
Sale
Noce moscata

Procedimento:
Tritare il pancarrè e tenere da parte.
Tagliuzzare il salmone affumicato e frullare insieme ai fagioli cannellini, precedentemente scolati.
Trasferire il composto in una ciotola, aggiungere il cucchiaio di caprino o ricotta e il prezzemolo.
Incorporare poco per volta anche il pane, regolarsi in base alla consistenza, potrebbe non servire tutto.
Mettere l'impasto in frigorifero per mezz'ora. Successivamente formare delle palline, passare nel pangrattato, miscelato ai semi di sesamo, e infilare negli stecchini degli spiedini, oppure se preferite lasciatele sciolte.
Irrorare con olio extra vergine d'oliva e infornare a 180 gradi per 20 minuti, avendo l'accortezza di girarle a metà cottura.

**non c'è sale perché la salinità del salmone è già sufficiente 

Per il purè:
Mettere a bollire la patata e il sedano rapa, tagliati a cubotti, in acqua e latte, con un pizzico di sale.
Far cuocere per mezz'ora e successivamente frullare il tutto. Aggiungere il parmigiano, mantecare e servire come fosse un purè, aggiungendo una spolverata di noce moscata.