martedì 7 febbraio 2017

Paella mista, carne e pesce

Non è certo la prima volta che propongo sul mio blog la paella! Ma non posso fare a meno di condividerla, perché ogni paella è diversa, ha la sua storia, racchiude il ricordo di un bel pranzo o di una bella cena con gli amici.
Mi piace preparare la paella quando vengono gli amici, come ho già detto altre volte, oltre ad essere molto buona, mi mette allegria, mi piace presentarla in mezzo alla tavola e accompagnarla con un'ottima sangria, fatta in casa naturalmente!

Sono affezionata alla paella per due motivi, un po' perché amo la Spagna ed ho dei bellissimi ricordi legati a quando ero una ragazzina, studiavo spagnolo ed ero stata in Spagna per uno scambio culturale, che resterà per sempre una delle più belle esperienze della mia vita. E anche perché la paella rappresenta un po' l'amicizia, quella vera e profonda, con una cara amica, Graziella, una gran donna e una cuoca eccellente, che mi ha appassionata alla cucina.
Con orgoglio dico che è lei, insieme a suo padre, che mi hanno fatto avvicinare con curiosità alla cucina e alla passione che si può mettere in ogni piatto che prepariamo.
E' lei che mi ha fatto assaggiare per la prima volta una paella "fatta in casa" cosa che per me era quasi impossibile anche solo immaginare di farla e mi ha dato la tanto agognata ricetta, tramandata da una zia.
Ho sempre seguito la sua ricetta, senza variazioni, così come me l'ha dettata la prima volta quando ero ancora ragazzina!

La ricetta la potete visualizzare cliccando su questo link, come ho detto è sempre uguale quindi inutile che la riscriva, ecco invece qui di seguito le foto della paella di questa domenica, strepitosa!








lunedì 30 gennaio 2017

Crostata alle mele, pere e frutti di bosco

Ero distante dal blog da due settimane, due settimane faticose e impegnative, con un susseguirsi di malanni per me e per il mio bambino, che ci hanno provato parecchio fisicamente.
Per fortuna niente di grave, ora sembra tutto risolto, ma non vedo l'ora che passi questo gennaio, questo freddo così pungente e che magari arrivi anche un po' di pioggia e che si porti via un po' di virus!
Qui a Brescia ormai abbiamo perso il conto dei giorni che non piove, che da una parte fa piacere, ma dall'altra ci rendiamo ormai conto tutti di quanta necessità d'acqua ci sia!

Nel mio terzo weekend reclusa in casa per cause di forza maggiore, ho trovato la voglia e il tempo di fare una crostata, testando la mia nuova planetaria. Il risultato m'è piaciuto molto e la farcitura che ho scelto mi ha soddisfatta tantissimo!
Mi piacciono molto i frutti di bosco, abbinati alle mele e alle pere mi hanno ricordato i sapori dell'Alto Adige, posto che adoro...

Ingredienti: ***
600 gr di farina
250 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
3 uova
200 gr di zucchero
vaniglia
scorza grattugiata di 1 limone
4 cucchiai di marmellata di frutti di bosco
1 mela
1 pera
frutti di bosco q.b.
cannella 1 cucchiaio di zucchero di canna

***con queste dosi vengono due crostate oppure vi avanza della frolla per fare degli ottimi biscottini, altrimenti dimezzate le dosi! 

Procedimento (con planetaria):
Sabbiare in planetaria il burro con la farina a velocità 1. Una volta che la farina avrà completamente assorbito il burro, aggiungere le uova, lo zucchero, la vaniglia e la scorza grattugiata di mezzo limone. Continuare con la velocità 1 finché si otterrà la classica "palla".
Avvolgere l'impasto nella pellicola e far raffreddare in frigorifero per mezz'ora.

Nel frattempo tagliare la mela e la pera a cubetti. Mettere in una padella con un cucchiaio di zucchero di canna e una spolverata di cannella, il succo di mezzo limone e i frutti di bosco. Io ho utilizzato quelli surgelati quindi non ho aggiunto acqua perché hanno lasciato molto succo.
Far cuocere finché il succo si sarà completamente assorbito.

Stendere la sfoglia, stendere uno strato leggero di marmellata e aggiungere la frutta. Decorare a piacere, io ho fatto qualche formina di mele, per richiamare il tema della torta e qualche striscia più classica.

Infornare a 180° per 35 minuti.





lunedì 16 gennaio 2017

Fregola sarda con vongole e broccoletti

La fregola sarda l'ho scoperta soltanto da qualche anno, quando me l'ha portata mia sorella come souvenir da una delle sue vacanze in Sardegna.
Questa volta ho provato l'abbinamento vongole-broccoletti e devo dire che mi è piaciuta ancor più in questa versione, un mix di sapori del mare e della terra!

Ingredienti (per due persone):
150 gr di fregola sarda
300 gr di vongole
1 broccoletto
prezzemolo q.b.
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 spicchi d'aglio
2 peperoncini
olio e.v.o.
brodo vegetale q.b.

Preparazione:
Innanzitutto pulire bene le vongole. In una padella molto calda mettere a secco le vongole con uno spicchio d'aglio e un peperoncino, coprire e lasciare che si aprano. Sgusciare le vongole. Filtrare l'acqua che hanno lasciato e tenere da parte.
In una padella preparare un soffritto con olio extra vergine d'oliva, uno spicchio d'aglio e un peperoncino. Unirvi le cime del broccoletto e il concentrato di pomodoro. Aggiungere anche la fregola, lasciar insaporire qualche minuto e sfumare con il brodo.
Continuare la cottura aggiungendo brodo man mano si asciuga, come fosse un risotto.
A metà cottura, oltre al brodo aggiungere anche l'acqua filtrata delle vongole e le vongole sgusciate.
A cottura ultimata aggiungere prezzemolo fresco tritato a piacere.
Servire a piacere con un filo di olio e.v.o. a crudo


venerdì 13 gennaio 2017

Torta "cioccolatosa" per una merenda tra bambini!

Se anche voi come me, avete in casa delle gran scorte di cioccolate e cioccolatini di ogni tipo, rimasugli della Santa Lucia, di Babbo Natale o della Befana, ecco un'idea per consumarne un po' creando una vera e propria delizia!
Vengono degli amichetti a casa a giocare con i vostri bambini? Può essere un'idea per fargli trovare una merenda golosa e che attirerà moltissimo la loro attenzione! Saranno tutti felicissimi di interrompere i loro giochi e dedicarsi con entusiasmo alla merenda! 


Ho voluto lasciare volutamente la fotografia con la manina "peccaminosa" del mio bambino, perché rende ancor meglio l'idea! 

Ingredienti:
3 uova
130 gr di zucchero
1 cucchiaino raso di vaniglia in polvere oppure una bacca
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
100 ml olio di riso (oppure olio di semi, meglio se di arachidi)
100 gr di farina bianca 00
100 gr di amido mais
cioccolatini o cioccolato a piacere q.b.
1 bicchiere di latte
1 cucchiaio di Nesquick o cioccolato in polvere dolcificato


Procedimento: 
Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, un pizzico di sale, la vaniglia e l'olio di semi, fino ad ottenere una specie di maionese.
Unire poco per volta la farina setacciata con il lievito e anche l'amido di mais, amalgamando molto bene in modo che non si formino grumi.
Imburrare una teglia e versarvi l'impasto.
Cuocere a 170° per 45 minuti.
Far raffreddare bene la torta e dividerla a metà.
Bagnare abbondantemente le due parti di torta con del latte nel quale avremo sciolto un cucchiaio di Nesquick o di cacao in polvere dolcificato.
In un padellino antiaderente sciogliere i cioccolatini o la cioccolata scelta, con mezzo bicchiere di latte.
Farcire la torta con la cioccolata e rivestirla sempre con la stessa cioccolata.
Decorare a piacere, secondo la vostra fantasia e i vostri gusti, con i cioccolatini che preferite.








mercoledì 11 gennaio 2017

Lasagne di grano saraceno con zucca e feta greca

Tutto è tornato ormai alla normalità, abbiamo ripreso con la routine quotidiana, le feste sono archiviate, le vacanze sono terminate, anche sulle nostre tavole ricompare la normalità, che a me tanto piace!
Manteniamo il ricordo dei tanti menù delle feste, ricette di antipasti, stuzzichini sfiziosi, piatti tipici natalizi legati alla tradizione, e lasciamo spazio a piatti più classici e leggeri.
Io non potevo che ricominciare con una ricetta preparata con la mia tanto amata zucca! Un piatto "della domenica", ma è comunque un piatto abbastanza light, non essendoci besciamella e avendo abbinato un formaggio magro.

Ingredienti
200 gr di lasagne di grano saraceno
1 zucca piccola oppure 1/2 zucca grande
1 porro
50 gr di feta greca
parmigiano q.b.
olio e.v.o.
sale, pepe
semi vari

Preparazione:
1. Affettare il porro finemente (soltanto la parte bianca). 
2. Tagliare la zucca a cubetti di media dimensione (più piccoli li farete e prima cuoceranno)
3. Preparare un soffritto con olio extra vergine d'oliva e il porro. 
4. Aggiungere la zucca a cubetti, salare, pepare e coprire con acqua (tanta acqua quanto è necessaria per coprire la zucca) 
5. Far cuocere per circa mezz'ora, finché la zucca sarà molto morbida. 
6. Frullare la zucca con l'aggiunta della feta greca (conservarne qualche cubetto per la decorazione finale dell'ultimo strato
7. Cuocere le lasagne di grano saraceno in acqua salata, come una normale pasta. Scolare al dente e disporre le lasagne su un panno ad asciugare, avendo l'accortezza di dividerle, se si fossero attaccate durante la cottura, mentre sono ancora calde. 
8. Comporre le lasagne alternando la pasta con la crema di zucca, aggiungendo ad ogni strato una leggera spolverata di parmigiano.
9. Farcire l'ultimo strato aggiungendo dei cubetti di feta e i semi vari, prediligendo quelli di zucca.
10. Aggiungere un filo d'olio extra vergine d'oliva e infornare a 180° per 20 minuti.






martedì 20 dicembre 2016

Praline di datteri e frutta secca

Quest'anno per i miei cadeaux natalizi ho voluto cambiare, trovare un'alternativa healthy ai classici biscotti natalizi, (se pur li adoro)!
Ho pensato a queste praline fatte con datteri, uvetta e frutta secca, che alla vista sembrano dei piccoli tartufi di cioccolato, mentre al loro interno racchiudono tanta salute e tanta bontà!
L'idea l'ho rubata a Marco Bianchi, il mio "Guru", ho leggermente modificato la sua ricetta, mantenendo però gli stessi sapori.

Ingredienti: (per 30 praline circa)
75 gr di datteri (freschi, non glassati)
75 gr di uvetta passa
30 gr di nocciole
30 gr di mandorle
2 cucchiai di succo d'arancia
scorza grattugiata di 1/2 arancia
cocco grattugiato q.b.
cacao amaro in polvere q.b.

Procedimento: 
Mettere in ammollo l'uva passa almeno per due o tre ore e sgocciolare bene.
Riunire in un mixer tutti gli ingredienti, eccetto il cocco e il cacao amaro.
Frullare ad intermittenza fino ad ottenere un impasto morbido e facilmente lavorabile con le mani.
Formare delle palline, della dimensione che preferite e rotolare metà palline nel cacao amaro e metà nel cocco grattugiato.
I dolcetti vanno mantenuti nel frigorifero e possibilmente serviti freddi.





lunedì 19 dicembre 2016

Ciambellone natalizio

Come dicevo in un mio post precedente, purtroppo nemmeno quest'anno mi sono potuta cimentare nella preparazione dei panettoni, non ho proprio il tempo materiale per farlo...
Per l'ultimo weekend pre-natalizio ho preparato però questo ciambellone che racchiude tutti i sapori del Natale!
Arancia, cannella, zenzero, mele, datteri, fichi secchi, noci..tutti ingredienti che sono molto presenti sulle tavole natalizie! 
L'ho fatto con farina integrale e yogurt, soltanto con l'aggiunta di 30 ml di olio di semi, che gli ha conferito un'apprezzabilissima sofficità.

E' ideale per una merenda natalizia, in alternativa al classico panettone, abbinata ad un buon tè caldo o perché no ad un calice di spumante!

Ingredienti: 
3 uova
1 yogurt bianco da 125 ml
100 gr di zucchero
scorza grattugiata di 1 arancia (oppure aroma all'arancia)
1 cucchiaino di zenzero grattugiato (oppure aroma allo zenzero)
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 mela
4 noci
6 datteri
5 fichi secchi
50 gr di uvetta
30 ml di olio di semi
250 gr di farina (io integrale bio Molino Rossetto)
1 bustina di lievito

Preparazione:
Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere anche lo yogurt e l'olio di semi e mescolare fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere la scorza grattugiata dell'arancia e lo zenzero grattugiato.
Incorporare il lievito, la cannella in polvere e la farina setacciati, poco per volta, continuando a mescolare.
**Io utilizzo le fruste elettriche e man mano incorporo uno per volta gli ingredienti, continuando a mescolare con le fruste a bassa velocità.
Infine incorporare la mela tagliata a cubetti, i datteri e i fichi secchi tagliuzzati grossolanamente, l'uvetta (precedentemente ammollata) e le noci spezzettate.
Trasferire l'impasto in una teglia precedentemente imburrata e infornare a 180° per 35 minuti.